<br /> - ESTETICA BODY SLIM

Vai ai contenuti

Menu principale:

<br />

Trattamenti

Un pò di storia e un pò di tendenza


Già nell'antico Egitto le donne si radevano i peli del pube dato che solo un corpo liscio e senza peli (con l'eccezione dei capelli) rappresentava vera bellezza, giovinezza e innocenza. Lo si faceva con creme a base di miele e oli. Idem in Grecia dove le donne con peli pubici erano considerate orribili soprattutto nei ceti più elevati. A Roma stessa storia ma tramite apposite pinzette. In Oriente le leggi rituali prescrivevano la depilazione della regione pubica: i peli erano fatti cadere con una sostanza composta da trisolfuro d'arsenico e calce. Per questo, nell'antica Roma, gli schiavi di origine orientale erano considerati dei veri e propri maestri nell'arte della depilazione, che praticavano servendosi di resine ed impacchi di pece caldi. Questa abitudine proseguì negli anni, cadendo in disuso a partire dall'epoca di Caterina de Medici, che proibì la depilazione per le donne in attesa. Negli anni '60, con l'esplosione della pornografia, la depilazione fu "riscoperta".
In un episodio della famosa serie "Sex and the City", così attenta a captare i nuovi costumi sessuali, la protagonista Carrie si sottopone ad un trattamento pubico secondo la tendenza più in voga, il famigerato taglio "alla brasiliana". Sembra che la nudità di questa parte, lasciando scoperte le labbra, possa aumentare il piacere durante i giochi erotici. Ma è cosa nota che il mondo è bello perché è vario; se gli Indiani ritengono che la depilazione delle parti intime sia un elemento essenziale dell'erotismo, c'è chi non la pensa così.
Il trapianto dei peli pubici è infatti divenuto un grosso business in Corea, dove sono considerati segno di fertilità.
Negli anni Venti, libere dal corsetto, le donne si fecero più audaci. Da questa ritrovata sensualità nacque la moda della Bush-coiffure, la "messa in piega del cespugli". Le acconciature intime che andavano per la maggiore erano quella a cuore. Guru della Bush coiffure odierna è il parrucchiere Rick Stonnel che inoltre produce una linea di "parrucche pubiche" in versione naturale o caleidoscopica, per venire incontro alle richieste delle clienti che vogliono giocare in un'occasione speciale. La parrucca pubica ha anch'essa radici antiche, i romani la usavano per coprire le nudità delle condannate alla crocifissione, mentre nel diciassettesimo secolo, i libertini la impiegavano per vivacizzare i giochi "di letto". In Giappone, dove sono molto popolari, sono conosciute con il nome di "Fiore notturno", quelle prodotte dalla Komachi hair vanno a ruba tra le adolescenti che si vergognano del loro pube, eccessivamente glabro per motivi d'età e di razza.

Si chiama "Brasilian Style"
ed è nato sulle spiagge di Rio dove la gente sta seminuda per la maggior parte dell'anno. Adesso sta spopolando in America e in Europa. Si tratta della moda di depilarsi quasi completamente il pube. Ma non con le creme depilatorie, la brasiliana si fa con la ceretta a caldo!
Naomi Campbell lo ha sempre fatto, come qualsiasi altra modella che si rispetti. Gwyneth Paltrow ha lasciato una fotografia al suo beauty centre di fiducia con scritto: "Grazie, avete cambiato la mia vita".

 
Torna ai contenuti | Torna al menu