LED - ESTETICA BODY SLIM

Vai ai contenuti

Menu principale:

LED

Trattamenti > Trattamenti Viso

Fotobiomodulazione  L.E.D.

Il trattamento Led garantisce una bio-ristrutturazione naturale, contrastando direttamente i danni provocati dall’invecchiamento (Fotoaging)  attraverso l’emissione di una luce monocromatica senza effetto termico.

I fotoni emessi dalla luce, portano alla cellula l’energia necessaria, per dar luogo a una serie di reazioni differenti: cellule danneggiate o compromesse possono essere riparate, cellule mitotiche possono essere indotte a un livello maggiore di replicazione, oppure cellule con funzioni specifiche eseguono il loro compito in modo più rapido, corretto ed efficace.
Studi scientifici hanno dimostrato che la fotobiostimolazione stimola la produzione mitocondriale di ATP (Adenosin Trifosfato) - la benzina molecolare delle cellule - ed accelera la rigenerazione dei tessuti. Quando le cellule sono irradiate, per esempio, dalla luce infrarossa da 810nm a 980nm, essa viene assorbita dai citocromi dei mitocondri, con conseguente aumento dell’attivita' metabolica. Al loro interno, infatti, si genera una reazione foto-chimica che determina una maggiore produzione di ATP da parte della cellule stessa. Con un processo parallelo il mitocondrio trasforma la luce in energia immediatamente disponibile (ATP). Se ora consideriamo che un solo fibroblasto contiene circa 2000 mitocondri, e' facile pensare quali benefici possa dare la foto-biomodumolazione in termini di produzione di elastina e collagene (e non solo).



Anche la Star Cher usa la LED light therapy e l'oxygen infusion techniques (Ossigeno Iperbarico). Cher is one of the giant stars who did a lot of the experiments over her body, image and so on. The singer is intended to prolong her young look. The 63-year-old star doesn’t begrudge the huge amount of money on facials and specialist treatments including LED light therapy and oxygen infusion techniques, to maintain her youthful appearance on the set of her new movie Burlesque.
Link: http://www.ourvanity.com/news/cher-spends-2-500-a-week-on-beauty-boost/



Questa innovativa tecnologia Led delinea una soluzione innovativa in termini di:


  •    Rimodellamento e diminuzione della profondità delle rughe.

  •    Un miglioramento della trama cutanea cutanea grazie all’aumento di collagene e fibroblasti e al miglioramento dei meccanismi elettrici a livello cutaneo.

  •    Un aumento del tono cutaneo attraverso un ricambio cellulare a tutti i livelli dell’epidermide.

  •    Una migliore ossigenazione e un maggior apporto nutritivo per un’epidermide più tonica e  rinnovata grazie all’aumento della circolazione sanguigna locale

  •    Riduzione dell’iperpigmentazione cutanea.


Gli effetti collaterali della fotobiostimolazione sono praticamente nulli e non ci sono limitazioni stagionali né di fototipo. Tra i vantaggi va citata anche la non invasività dei trattamenti, la loro rapidità di esecuzione e l’immediatezza con cui i risultati si rendono visibili.

Infine, lavori clinici recenti e diverse osservazioni in ambito congressuale nazionale e internazionale giustificano l’utilizzo dei sistemi Led nel trattamento di alcuni segni del foto invecchiamento. Ancora più recentemente sistemi combinati dimostravano con valutazioni profilometriche efficacia terapeutica nel foto invecchiamento lieve e medio, in modalità continua e con tempi di esposizione più lunghi (20 minuti). I risultati erano valutati a tre- quattro mesi e il trattamento prevedeva nove applicazioni, da effettuarsi in quattro-cinque settimane.

link: http://www.lapelle.it/ricerca/mitocondri_e_fotoni.htm


La tecnologia L.E.D
. a disposizione del Centro Estetico, utilizza ben tre tipi diversi di colore di luce: gli effetti della fotobiomodulazione sono differenti in base alla lunghezza d'onda (colore) di ogni singola luce (che possono anche essere combinate tra loro in funzione dell'anomalia da trattare).
I colori che utilizziamo sono tre (ROSSO, VERDE, BLU).
1) LUCE ROSSA (635nm): azione di media profondità produce un effetto bio-stimolante svolge una importante azione sui fibroblasti. Contrasta i processi di degenerazione cellulare. Esercita sui tessuti un’azione tonificante e rassodante.
2) LUCE VERDE: (525nm) la luce verde è efficace nell'invecchiamento precoce della pelle, attenuando le piccole rughe, i cedimenti cutanei, l'iponutrizione/ipossia cellulare, la disidratazione e le discromie.
3) LUCE BLU : (470nm) la luce blu risulta ideale per il trattamento delle rughe, la pelle contratta congestionata o couperosica. Inoltre, la luce blu intacca i batteri responsabili dell'acne e le porfirine (con le quali ha un'alta affinità).

..tratto da: http://www.lapelle.it/laser/fotobiostimolazione.htm
  
La NASA e poi uno studio clinico recente, presentato all’EADV di Vienna 2007 ha dimostrato sia con microscopio a scansione elettronica che con esami immunoistochimici come la terapia LED induce fibroplasia nei fibroblasti senza alcun segno di danneggiamento alla cute umana irradiata in vivo e che richiama un numero elevato di ''skin Homing T cells'' nell’area trattata. Quest’ultimo effetto ha interessanti implicazioni nel trattamento di condizioni immunomodulate e correlate alle Cellule T quali l’acne o la psoriasi. Da studi effettuati con il solo uso delle luci LED, il miglior approccio per il ringiovanimento cutaneo risulta essere la combinazione del near Infrared 830nm e della luce rossa 633nm. Infatti la luce rossa a 630 nm svolge una importante azione sui fibroblasti in quanto il suo target principale e' la catena respiratoria del mitocondrio, mentre la luce near Infrared a 830nm attiva significativamente le cellule normalmente presenti nella fasi infiammatorie (mastociti, neutrofili e macrofagi) e nella fase di rimodellamento (miofibroblasti), senza che pero' ci sia stato alcun danno tessutale. Questo comporta una conseguente fase proliferativa, in quanto i macrofagi e i mastociti attivati producono una grande quantita' di fattori trofici, insieme alle sostanze proinfiammatorie, creando un ambiente positivo per i fibroblasti. Partendo da queste evidenze scientificamente dimostrate, la fototerapia con i LEd trova valido impiego anche nel campo della riparazione tessutale post-chirurgico e post-ustione/resurfacing. In quest’ultimo caso si e' notato che i Led hanno rinnovato per esempio la procedura del resurfacing completo del viso in quanto dimezzano i tempi di guarigione e riducono drammaticamente il ricovero del paziente: l’eritema si risolve in 3 settimane post-laser resurfacing. La riparazione tessutale viene accelerata in modo esponenziale e migliorato il controllo del dolore, per esempio dopo la rimozione di verruche plantari con laser Er:YAG. In attesa che anche i vocabolari tecnico scientifici aggiornino la voce fototerapia, ci supporta sapere che la validita' dei trattamenti con i LED della Photo Therapeutics e' garantita dalla pubblicazione di numerosissimi studi clinici e da 5 approvazioni da parte della FDA nordamericana.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu